martedì 13 dicembre 2016

QUARTO COLPO DI STATO

PENSIAMOCI SU: Una rubrica di Luigi Orsino

Quattro! Con il governo Gentiloni siamo a quattro governi, ed altrettanti presidenti del consiglio, non vidimati dalla volontà popolare, cioè non sono venuti fuori da una consultazione popolare. Certo è molto confortante pensare che dopo aver tirato una sberla, il 4 dicembre scorso, al burattino dei potenti (leggi Renzi) ora ci troviamo con un nuovo Presidente del Consiglio che altro non è che un’escrescenza del suo predecessore. Gentiloni è una controfigura, un servo del servo sciocco Renzi. Il suo unico, vero, incarico è tener calda la poltrona al fino al ritorno del suo capo. Gentiloni è un traditore degli ideali del '68, un individuo che è passato da un banco all’altro con la disinvoltura di chi la faccia ce l’ha al posto del culo. Il resto del governo degli uomini e donne del suo governo non sono altro che dei malfattori che si sono scambiati di posto tra loro. La sig. Maria Elena Boschi è divenuta sottosegretario alla presidenza del Consiglio, come dire deve fare la guardia a Gentiloni perché non faccia cazzate. Chi meglio della Boschi può sorvegliare che il nuovo presidente non si prenda troppa libertà, il suo papà l’ha cresciuta bene e bene le ha insegnato come imbrogliare le carte.  Questa è la nostra democrazia, questa è la libertà che ci è concessa. Noi italiani dimenticheremo mai che ci vogliono pecore al macello? Dimenticheremo che ci hanno instillato il morbo della viltà, che ci hanno costretto a pensare unicamente a come mettere insieme il pranzo con la cena? Ci ricorderemo del nostro passato, recente e lontano che ci vide orgogliosi di noi stessi e della nostra patria? Le cose non si cambiano con una croce su un pezzaccio di carta, si cambiano ribellandosi, ma non ribellandosi a parole. Di parole ne sono state dette tante, troppe! Parole a vagonate, a valanghe, tante parole senza dire nulla… fumo per farci perdere di vista i veri obbiettivi: Liberarci degli sfruttatori, liberarcene definitivamente. Dicono che ne uccide più la penna che la spada…io dico che la conoscenza è l'unica nostra arma per un nemico subdolo ed ingannatore. 



GUARDA IL VIDEO
 Apello alle Forze dell' Ordine



PER RIMANERE AGGIORNATI SUGLI EDITORIALI DEL BLOG E SULLE TRASMISSIONI DELLA WEB RADIO RF912, COLLEGATI AL CANALE TELEGRAM DI FAHRENHEIT 912 DISPONIBILE PER PC, TABLET E SMARTPHONE. E' GRATUITO. COLLEGATI ORA CLICCA SULL'IMMAGINE