venerdì 11 novembre 2016

FALCHI, COLOMBE O SOLO AVVOLTOI? PENSIAMOCI SU: RUBRICA DI LUIGI ORSINO

Editoriale di Luigi Orsino

La vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali degli USA sicuramente porterà a cambiamenti negli scenari internazionali. E’ cosa buona la vittoria di Trump? Non credo. Del resto anche se a vincere fosse stata la Clinton le cose non sarebbero andate meglio per noi europei e per il pianeta. Neanche se a vincere fosse stato una sorta di essere mitologico fatto di un 50% di Trump e di un 50% della Clinton nulla di buono ne sarebbe venuto, psicopatico il primo indecisa e falsa la seconda. Entrambi i candidati sono i “pupi” di gruppi di potere forti e non i rappresentanti del popolo. Quel popolo che è la base del potere piramidale che governa il mondo, quel popolo che dovrebbe, egli prima di tutti, chi li rappresenta. Certo meglio la democrazia diretta ma è inutile dirlo e pensarlo a meno di non essere un inguaribile utopista come il sottoscritto. Non posso farci nulla: la speranza che un giorno chi tira la carretta e sostiene sulle sue spalle il peso totale della società diventi attore protagonista e non comparsa di un sistema che ignora la sua volontà non mi abbandona mai. Levatemi i sogni e mi avrete cancellato del tutto.
Trump è uno psicopatico megalomane, omofobo, irrispettoso del mondo femminile, xenofobo e PERICOLOSO, fautore di un nuovo ordine mondiale che vuole l’America al comando del mondo intero, disposto a tutto pur di raggiungere i suoi scopi. Che Putin sia stato il primo, e più entusiasta, a gioire della sua vittoria la dice lunga, per molti versi sono uguali ed ugualmente mossi dalle stesse aspirazioni di predominio. Putin ha fatto rinascere, prepotente, il nuovo nazionalismo russo, sta cercando in tutti i modi di rifondare l’imperialismo sovietico ed è disposto a calpestare tutto e tutti pur di riuscirci. Non dimentichiamoci l’accordo, occulto, tra Russia e USA, per impedire agli stati dell’est Europa che aspirano ad entrare nella NATO e nella UE, grazie alla possibilità di veto americana. Un accordo fatto sulla pelle di popolazioni costrette a condizioni di vita inaccettabili. La Russia tiene lontani dalle sue frontiere i “ nemici occidentali” e gli USA non si vedono contrastati nei loro progetti di predominio in altre aree del pianeta.  Un accordo che funzionerà finché entrambi ne ricaveranno benefici, un accordo con fondamenta d’argilla, quando, inevitabilmente, l’equilibrio si incrinerà i due schieramenti si affronteranno sanguinosamente. Non possiamo dimenticare l’invasione dell’Ucraina, con annessione  della Crimea (casus belli: la presenza massiccia di popolazioni russe o di origini russe, pretesto già usato in passato dalla Germania nazista per occupare la regione dei Sudeti ed in seguito invadere la Cecoslovacchia), Una guerra ignorata dai media, una guerra combattuta da mercenari e forze speciali, una guerra che ha impoverito l’Ucraina e l’ha privata dei rifornimenti di gas ( la Gasprom è praticamente proprietà personale di Putin). Anche la Georgia, con l’Ossezia del sud, sua regione, è abbandonata a se stessa ed invasa dai russi, la Bielorussia è sotto tirannia di un presidente fermo all’epoca stalinista. 
Inevitabilmente da questa contrapposizione di blocchi l’Unione Europea sarà la più penalizzata, schiacciata tra due super potenze pre-belligeranti. UE che ha completamente sbagliato tutto, politica estera innanzi tutto, schiena prona al volere degli USA, mai in grado di decidere autonomamente, mai in grado di superare i nazionalismi locali a favore di un più giusto nazionalismo europeo (nel rispetto delle diversità che non per forza debbono essere in contrasto). Ora come ora la UE DEVE riorganizzarsi, darsi regole più valide, rendersi indipendente, forte e se necessario aggressiva. L’UE deve costituire un cuscinetto ed un deterrente al predominio mondiale dei russi e degli americani, deve farsi valere e far sentire, e pesare, la propria volontà. Purtroppo la brexit ci ha indebolito e di ciò gli inglesi si sono resi conto (è di questi giorni il tentativo d’invalidare il risultato del referendum asserendo che occorre il placet della Camera dei

 Combat Training
Comuni per convalidare  il risultato). Notoriamente il parlamento inglese è anti brexit, l’unica che è ferma nelle sue posizioni è la premier inglese che ancora non si è resa conto che il suo stato ha perso peso nello scenario mondiale, senza contare la volontà della Scozia e dell’Irlanda di staccarsi dal Regno Unito per restare in Europa.
Siamo assistendo al sorgere di una nuova livida alba foriera di eventi sconvolgenti. Non penso di essere l’unico a preoccuparmi pensando ad un Trump in possesso della valigetta con i codici di lancio delle testate nucleari. Di cosa potremmo essere contenti? Credo solo della speranza che scornandosi i grandi e potenti della Terra potrebbe sorgere un nuovo potere proveniente dal basso, da coloro che hanno sempre sopportato e patito e che potrebbero anche stufarsi di incassare solo bastonate. Vogliamo parlare della paventata lotta al terrorismo al califfato islamico, promette Trump di annientarlo? Stronzate! La loro tattica è totalmente sbagliata, anche se ottenessero una vittoria otterrebbero solo che i criminali dell’isis si spargano per tutto il mondo, più di quanto già non lo sono. E della politica del neo Presidente sull’immigrazione? Sembra più un programma per reintrodurre lo schiavismo che un serio piano d’azione politica. E l’Italia? Come al solito l’Italia è nella merda sino al collo, governata da corrotti incompetenti, a cui non vedo alternative, piantata nel cuore del Mediterraneo che sempre più si va trasformando in uno scenario di guerra. Centinaia di migliaia di migranti ci invadono, e faranno implodere la nostra già fracida economia, la flotta russa del mar Nero si è spostata nel mare nostrum e non certo per una gita di piacere. Insomma sta per piovere, anzi diluviare, guano e tocca farsi l’ombrello finché non è troppo tardi.


PER RIMANERE AGGIORNATI SUGLI EDITORIALI DEL BLOG E SULLE TRASMISSIONI DELLA WEB RADIO RF912, COLLEGATI AL CANALE TELEGRAM DI FAHRENHEIT 912 DISPONIBILE PER PC, TABLET E SMARTPHONE. E' GRATUITO. COLLEGATI ORA CLICCA SULL'IMMAGINE