venerdì 31 ottobre 2014

LA FINESTRA DI OVERTON

COME LA PROPAGANDA DEI GOVERNI MANIPOLA L'INFORMAZIONE
Introduzione all'articolo di Deca Paradigma sulla manipolazione sociale.
Vi sarà capitato di sentire in questi ultimi anni il termine di "politicamente corretto" o politically correct. Questo termine indica la teoria per cui un politico può consigliare l'accetazione di un'idea all'opinione pubblica senza essere considerato troppo estremo e quindi acquisire o mantenere una carica pubblica.
Il Politicamente corretto vuole rendere accettabile dalla società perfino ciò che in passato era stato assolutamente inaccettabile e impensabile.  
Si tratta di un modello d'ingegneria sociale denominato The Overton Window (la finestra di Overton).
 Sondaggio Euro
Tale  teoria si basa sull'accetazione da parte dell'opinione pubblica che un intervallo d'idee possono essere recepite dalla società in un determinato momento e che possono apertamente essere enunciate da quei politici che non vogliono passare per estremisti.
Ma come fanno i politici che si definiscono politicamente corretti a fare breccia sulla popolazione? Semplice, usando i Mass Media e la propaganda culturale di intellettuali compiacenti.
La scienza della propaganda è sviluppata esattamente come le scienze così dette "esatte".
La capacità di manipolare il pensiero di strati della società per mezzo dei Media, sfrutta magistralmente le umane debolezze, con una serie di tecniche sofisticate e molto efficaci. 
Una di queste tecniche è appunto The Overton Window.
Prima di passare all'articolo vero e proprio di Deca Paradigma, voglio fare un esempio:
"sostenere che sta per arrivare una nuova era glaciale rende accettabile un'opinione di attendismo sul problema climatico, che è poi quello che le lobby dei combustibili fossili vogliono".
Prefazione di Stefano Becciolini

Articolo di Deca Paradigma


The Overton Window (la finestra di Overton).

Questo modello è stato elaborato negli anni '90 da Joseph P. Overton (1960-2003), l'ex vice-presidente del centro d'analsi americano Mackinac Center for Public Policy (casualmente deceduto in seguito ad un "incidente" con un ultraleggero).


La sua teoria è un intervallo d'idee che possono essere recepite dalla società in un determinato momento e che possono apertemente essere enunciate da quei politici che non vogliono passare per estremisti.



Le idee attraversano le seguenti fasi :



1 impensabili (inaccettabile, vietato);

2 radicali (vietato ma con delle eccezioni);
3 accettabili
4 sensate (razionali)
5 diffuse (socialmente accettabili)
6 legalizzate (consacrazione nella politica statale)


La tecnologia di manipolazione della coscienza della società per una graduale accettazione da essa delle idee considerate in precedenza aliene, ad esempio la revoca di un tabù, si basa sull'utilizzo della finestra di Overton.

La sostanza di questa tecnologia consiste nella divisione d'un desiderato spostamento delle opinioni in alcuni passi, ciascuno dei quali sposta l'accettazione delle idee di una fase, e una norma universalmente accettabile verso il suo margine.
Ciò causa il successivo spostamento della "finestra", cosicché la posizione raggiunta si trova di nuovo al centro, il che dà una possibilità di compiere un ulteriore passo verso la fase successiva.
I serbatoi di pensiero (nelle nazioni anglofone think tanks) producono e diffondono le opinioni oltre la finestra di Overton allo scopo di rendere la società più ricettiva a diverse idee.
Tutte le finte rivoluzioni colorate sono state preparate da Think tanks sionamericani con questo sistema.
Quando un simile centro vuole introdurre un'idea che la società ritiene inaccettabile usa gradualmente il modello della "finestra".


Prendiamo a d'esempio, il tema dei matrimoni tra persone dello stesso sesso o tra adulti e bambini, e spieghiamo come si fa a cambiare gradualmente l'opinione pubblica.



Per molti anni nel sistema della finestra di Overton l'idea del matrimonio tra le persone dello stesso sesso e tra adulti e bambini si trovava all'interno della zona vietata (1 impensabili) poiché la società non poteva accettare l'idea di matrimonio tra le persone dello stesso sesso né quello tra adulti e bambini.



I mass media però (volutamente in base ad un progetto preciso), hanno influenzato in continuazione l'opinione pubblica, sostenendo le minoranze sessuali.

I matrimoni tra persone dello stesso sesso sono diventati prima accettabili, ma con deroghe, poi come accettabili e infine come neutrali.
Ora sono recepiti come "accettabili, ma con deroghe".
Tra poco, probabilmente, diventeranno totalmente accettabili (in Italia siamo già nella fase sensata).
Un enorme quantità di specialisti per la manipolazione dell'opinione pubblica assicura il funzionamento della finestra di Overton: esperti in tecnologie politiche, scienziati, giornalisti, esperti in relazioni pubbliche, personalità, insegnanti.
E' singolare che temi come i matrimoni tra le persone dello stesso sesso oppure l'eutanasia o la novità dei legami tra adulti e bambini non ci sembrano più strani.
Hanno semplicemente percorso l'intero processo "tecnologico" di trasformazione da "inaccettabili" fino alla "legalizzazione" a vostra insaputa.


Il regista russo Nikita Mihalkov nel suo videoblog Besogon.TV propone lo schema di questo processo sull'esempio di un fenomeno finora impensabile nella società: il cannibalismo (o volendo la pedofilia). 

Lo spostamento della finestra di Overton può attraversare le sequenti fasi: (attenzione che per la pedofilia siamo già alla fase 2 !!!)


Fase 0 – è lo stato attuale, il problema è inaccettabile, non si discute sulla stampa e non si ammette tra gli esseri umani.

Fase 1 – Il tema si modifica da "totalmente inaccettabile" a "vietato, ma con deroghe".
Si afferma che non ci deve essere alcun tabù, il tema comincia a essere dibattuto in piccoli convegni dove stimati scienziati fanno delle dichiarazioni sotto forma di discussioni "scientifiche".
Nello stesso tempo, in sintonia con il dibattito pseudoscientifico si costituisce l'"Associazione dei cannibali oltranzisti", le cui dichiarazioni a volte sono citate dai mass media.

L'argomento cessa di essere un tabù e si introduce nello spazio d'informazione.
Conclusione: il tema intoccabile è inserito nella circolazione, il tabù è desacralizzato, è avvenuta la distruzione dell'univocità del problema, sono create le sue diverse gradazioni.
Fase 2 – Il tema del cannibalismo passa da "oltranzista" all'accettabile.
Per primi sono citati gli scienziati e sono coniati termini eleganti: non esiste più il cannibalismo, che può essere però chiamato, ad esempio, "antropofagia".
Questo termine, come un sinonimo temporaneamente sostitutivo, sarà sostituito con una parola scientifica più bella "antropofilia".
Più tardi da questo "termine" potranno essere coniati i derivati, ad esempio, "antropofili" - "amanti del genere umano".
Lo scopo – è di staccare nella coscienza collettiva la forma della parola dal suo contenuto.
Nello stesso tempo per avvalorare il concetto si crea un precedente storico.
Probabilmente è un fatto mitico, reale o semplicemente inventato ma, principalmente, ciò contribuisce alla legittimazione di un'idea inaccettabile.
Lo scopo principale di questa tappa è di rimuovere parzialmente dall'"antropofagia" la sua illegittimità, almeno in un periodo storico.
Fase 3 – La finestra di Overton si sposta, trasferendo il tema dal campo "inaccettabile" a quello "ponderato/razionale", ciò che giustifica con la "necessità biologica".
Si afferma che il desiderio di mangiare la carne umana può essere dovuto a una predisposizione genetica.
UN ESEMPIO REALE DI QUESTA FASE : Pedobear è un tenero orsacchiotto e, contemporaneamente, il terrore di tutti i bambini del mondo. La sua presenza molesta da diversi anni l'intera rete, infestando imageboard ed affini con immagini che farebbero drizzare i capelli persino a Michael Jackson.

Anche in caso di una carestia, "insuperabili circostanze", un essere umano deve avere il diritto di fare la scelta.
Non c'è bisogno di nascondere le informazioni in modo che ciascuno possa scegliere tra "antropofagia" e "antropofobia".
Fase 4 – "Da sensato a diffuso (socialmente accettabile).
Si crea la polemica non solo basata su figure storiche o mitiche, ma anche su quelle reali mediatiche.

I Loli, ovvero gli hentai che hanno per protagoniste delle pornobimbe e quindi per definizione le stesse bambine in età prepuberale, sono la fissazione di Pedobear ed il suo obiettivo ultimo. L'orso è pronto a qualsiasi cosa pur di raggiungere il suo obiettivo e non si fa scrupoli a ficcarsi nelle situazioni più improbabili e pericolose per portarlo a termine.
Vladimiro Guadagno un esempio mediatico della fase 4


L' antropofagia comincia a essere dibattuta in massa nei notiziari, nei talk-show, nel cinema, nella musica pop, negli spot.

Uno dei metodi di diffusione è il trucco "guardati intorno!". 
Chi lo sapeva che un famoso medico fosse antropofago?
Fase 5 – "Da socialmente accettabile alla legalizzazione".
Il tema si lancia nel top delle notizie d'attualità, si riproduce automaticamente nei mass media, nel mondo dello spettacolo ed ...acquisisce un'importanza politica.
In questa fase per giustificare la legalizzazione si utilizza l'"umanizzazione" dei seguaci del cannibalismo.
Per modo di dire, sono delle "persone creative", vittime di un'educazione sbagliata e, "chi siamo noi per giudicare?" (cosa disse poco tempo fa il Re del regno del Vaticano?)
Fase 6 – Il cannibalismo da "tema diffuso" passa sul piano della "legalizzazione, ossia consacrazione nella politica di uno stato".
Si crea la base legislativa, spuntano gruppi di lobbismo, si pubblicano ricerche sociologiche che sostengono i sostenitori delle legalizzazioni di cannibalismo. 
Spunta un nuovo dogma: "Non si deve vietare l'antropofagia". 
Si approva la legge, l'argomento arriva nelle scuole e negli asili nido e una nuova generazione non sa più che si può pensare diversamente.
Per ora l'esempio del cineasta Nikita Mihalkov è ipotetico
Tuttavia molte idee contemporanee decenni fa sembravano del tutto impensabili.
Sono diventate invece totalmente accettabili sia per la Legge che per la società.
Tutti coloro che non sono d'accordo, prima vengono multati, poi incarcerati, è solo una questione di tempo.
Qualcuno di voi c'aveva mai pensato?  

E se tutto ciò fosse demerito di Joseph Overton?

Post segnalato su G+